Palpebre chiuse, cervello in pausa

occhi-chiusi

Palpebre chiuse, cervello in pausa

Chiudere gli occhi qualche secondo permette alla mente un break salutare.

Circa il 10 per cento del tempo in cui siamo svegli lo trascorriamo a occhi chiusi: succede quando sbattiamo le palpebre e chiudiamo per qualche decimo di secondo gli occhi.
Un meccanismo automatico di cui spesso nemmeno siamo consapevoli, ma che ha una duplice funzione: da un lato serve a lubrificare gli occhi, cosa comunemente risaputa; ma dall'altro svolge un'importante ruolo per il cervello, che viene mandato in stand-by per un momento brevissimo ma fondamentale alla sua attività.

Secondo gli studiosi infatti, durante la chiusura degli occhi, andrebbe off-line la parte del cervello deputata all'attenzione e se ne attiverebbero altre, legate al pensiero libero e creativo.

Questa conclusione è stata tratta al termine di un esperimento in cui si è monitorata l'attività cerebrale di 20 giovani mentre stavano guardando una sit-com: nel momento in cui sbattevano le palpebre andavano in stand-by la corteccia visiva e somatosensoriale, cioè le parti del cervello deputate alle immagini e all'attenzione, lasciando spazio a pensieri liberi.

Altri studi svolti in passato sul movimento palpebrale, avevano invece dimostrato che dopo aver detto una bugia sbattiamo le palpebre più velocemente.

Fonte: Ansa.it

FacebookTwitterWhatsAppEmailShare

Commenti

commenti

Nessun commento

Scrivi una risposta

s2Member®

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close