Mettere per scritto ansie e preoccupazioni riduce lo stress da esame

typewriter-801921_1280

Mettere per scritto ansie e preoccupazioni riduce lo stress da esame

Dedicare 15 minuti prima della prova a questo esercizio aiuta a migliorare il rendimento.

Secondo i risultati di uno studio condotto da un gruppo di ricercatori dell'Università di Chicago, autostima, stress e rendimento scolastico sono strettamente collegati, indipendentemente dal tipo di preparazione in vista di un esame o di una prova.

Infatti, misurando i livelli di cortisolo, l'ormone dello stress, in un gruppo di studenti che doveva affrontare un importante test di matematica, i ricercatori hanno rilevato che, a parità di capacità di calcolo, tra gli studenti più dotati quelli più insicuri e con una bassa autostima avevano risultati più penalizzanti.

In sostanza, tensione e insicurezza circa le proprie capacità influirebbero in maniera incisiva sui risultati delle prove scolastiche e universitarie. Gli stessi autori hanno però dimostrato che si può ricorrere a un semplice ma utile esercizio per neutralizzare l'effetto negativo dello stress: un quarto d'ora prima dell'esame è utile mettere per iscritto ansie, paure e preoccupazioni. Questo passaggio sarebbe sufficiente a riequilibrare l'aspetto emotivo a favore di un buon risultato.

Tuttavia, come sottolinea lo psichiatra Vittorino Andreoli, la paura del fallimento nasce ben prima dell'esame o della prova, e dipende dal clima giudicante in cui uno studente è cresciuto, sia casa che a scuola.

Fondamentale è dunque, sia da parte degli insegnanti che da parte dei genitori, un atteggiamento sereno, di supporto e anche di distacco rispetto all'importanza dei voti nella crescita e nella formazione dei ragazzi.

 

FacebookTwitterWhatsAppEmailShare

Commenti

commenti

Nessun commento

Scrivi una risposta

s2Member®

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close