Intervista a Marta Cantoni, studentessa e lavoratrice

nnnn

Intervista a Marta Cantoni, studentessa e lavoratrice


COSA STUDI?

“Sto per iniziare il 3° anno del corso di laurea ‘Esperto linguistico d'impresa’ all’università Cattolica di Milano. E’ una laurea che prevede lo studio delle lingue applicate al marketing e la finanza.

Inoltre lavoro da un anno come venditrice di articoli sportivi presso una grande azienda.”

 

PERCHÉ HAI DECISO DI FREQUENTARE IL MASTER EUREKA?
“Sai, ho deciso di ottimizzare i tempi per non impazzire e stare dietro all’università e al lavoro. Non riuscivo a studiare e ottenere i risultati che volevo. Ero super negativa: “Non ho memoria, non sono capace di studiare, non riesco a organizzare i miei tempi”. Avevo iniziato anche a chiedermi: “E’ colpa mia? Sbaglio il mio metodo?”. Nonostante lo studio lungo, settimane e settimane ad applicarmi, i miei risultati non erano rapportati all’impegno che avevo messo per l’esame.

Gli esami di conseguenza si sono accumulati e quindi ho avuto un calo delle prestazioni a livello universitario.”

 

TU HAI INIZIATO A SEGUIRE IL CORSO ON DEMAND, COME TI SEI TROVATA A SEGUIRE I VIDEO?
“La cosa positiva del corso è avere la possibilità di seguirlo on demand, quindi avere un piano già strutturato delle lezioni che ha facilitato la gestione personale, in base ai miei tempi e impegni. Ad esempio, io lavoro nel week end, ma riesco comunque ad avere quella mezz'ora libera al giorno da dedicare all’apprendimento del metodo. Il corso l’ho trovato molto simpatico (non noioso come le lezioni universitarie), interattivo e soprattutto basato sulla pratica. Non è un corso da ascoltare e basta, ma la parte più importante sono gli esercizi da svolgere. Comodo perché ci sono delle valutazioni alla fine di ogni lezione e riesci anche a rivedere le cose meno chiare.”

 

QUALI SONO I RISULTATI CHE HAI RAGGIUNTO SUBITO DOPO IL CORSO?
“Ho superato l’esame di tedesco, che stavo rincorrendo da molto tempo. La prima volta ero arrivata all’esame remissiva e non l’ho passato. Dopo il corso ho appreso diverse tecniche davvero utili, tra cui le mappe mentali e le strategie di sintesi, che ho applicato nel ripreparare questo esame. Sono riuscita a superare tedesco con un voto di 26/30 (un risultato che mai avrei immaginato nelle sessioni precedenti!). La cosa positiva dell’esame, oltre al voto, è stata la sicurezza dei contenuti. Avere una maggiore organizzazione mi ha dato anche più carica nell’affrontare l’esame.

Sono andata davanti alla professoressa come in un sorta di sfida, sapendo che qualsiasi cosa mi avesse chiesto sarei stata preparata.(è una di quelle professoresse davvero antipatiche, una vera s****a).

Subito dopo ho dato l’esame più difficile della mia facoltà, ovvero quello di inglese scritto (fa parte di quegli esami che sono impossibili da superare per molti studenti, che si provano miliardi di volte e si passano con un voto anche basso). Io ho deciso di tentarlo perché mi sentivo pronta.

Mi sono alzata la mattina dell’esame con grande tranquillità e poi sono riuscita a farcela al primo tentativo. (sono stata l’unica a superare l’esame tra le mie compagne di corso!)”

 

COSA TI HA RESO ORGOGLIOSA DI QUESTI SUCCESSI?
“E’ stato tutto un lavoro di fiducia, anche perchè quando ho visto i risultati di questi esami ho capito che parte tutto dall’atteggiamento con cui li ho preparati. In passato, avendo già iniziato in modo remissivo, il voto non poteva che essere negativo.

Aumentare il livello di fiducia in me stessa e vedere che ho preparato tutto con le mie sole forze è stata una soddisfazione grandissima.”

 

QUALI SONO I TUOI PROSSIMI OBIETTIVI?
“Ho l’obiettivo di portare a termine 8 esami nella prossima sessione di gennaio - febbraio. L’obiettivo più grande è quello di riuscire a laurearmi in corso, nonostante il tempo perso in questi 2 anni.”

 

COSA TI HA INSEGNATO QUESTA ESPERIENZA?
“Ad avere atteggiamento. Nel momento in cui ho capito che il problema non ero io ho iniziato a migliorare la mia memoria, ho lavorato tanto sull’organizzazione mentale e mi sono divertita tantissimo. Non è vero che studiare è noioso. Ci sono mille modi per imparare e sto scoprendo, grazie al corso, delle tecniche che mai avrei immaginato potessero esistere.

Sono partita molto scettica, perchè avevo molta frustrazione che nasceva dai miei risultati passati.

Ora invece ho trovato la forza che mi serve per vedere il lato positivo della medaglia e i nuovi risultati mi danno molta motivazione nell’andare verso il mio futuro.”

 

FacebookTwitterWhatsAppEmailShare

Commenti

commenti

Nessun commento

Scrivi una risposta

s2Member®

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close