Anche la memoria ha un bioritmo

Anche la memoria ha un bioritmo

Di giorno si ricordano di più le parole, di sera le azioni.

Un recente studio del medical center di Friburgo in Germania ha in parte smentito la credenza diffusa, soprattutto negli studenti, secondo cui studiare o ripassare prima di andare a dormire faciliterebbe la memorizzazione dei concetti.

In effetti così non sembra, visto che, secondo un esperimento condotto su 50 adolescenti, la memoria dichiarativa, ovvero quella che si basa sul ricordo di parole e concetti, sarebbe più efficiente durante il giorno.

Di sera, invece, diventa più proficua la memoria procedurale, cioè quella che si basa su come si fanno le cose e come si usano gli oggetti. L'esperimento suggerisce dunque che i due tipi di memoria hanno dei ritmi circadiani specifici, il che potrebbe rivelarsi utile nel suddividere in modo appropriato il nostro modo di apprendere.

FacebookTwitterWhatsAppEmailShare

Commenti

commenti

Nessun commento

Scrivi una risposta

Captcha loading...

s2Member®

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close