Lunedì - Venerdì

09.00 - 18.00

no-sfondo_LOGO-EUREKA-ALTA-DEFINIZIONE-5MASTER EUREKA:

La più aggiornata e completa proposta di insegnamento di metodologie di apprendimento e di crescita personale, che racchiude in un unico percorso, tecniche di apprendimento avanzato, strategie di comunicazione efficace, metodi di gestione del tempo e sviluppo a livello personale.

Potrai memorizzare con precisione dati e informazioni: incrementerai le tue prestazioni risparmiando tempo ed energie.

SCOPRI DI PIU'... 


 

SEGUI IL NOSTRO BLOG

Di giorno si ricordano di più le parole, di sera le azioni. Un recente studio del medical center di Friburgo in Germania ha in parte smentito la credenza diffusa, soprattutto negli studenti, secondo cui studiare o ripassare prima di andare a dormire faciliterebbe la memorizzazione dei concetti. In effetti così non sembra, visto che, secondo un esperimento condotto su 50 adolescenti, la memoria dichiarativa, ovvero quella che si basa sul ricordo di parole e concetti, sarebbe più efficiente durante il giorno. Di sera, invece, diventa più proficua la memoria procedurale, cioè quella che si basa su...

Anche la memoria ha un bioritmo

L'AMORE materno può aiutare il cervello dei bambini a svilupparsi del doppio, in particolare in alcune aree chiave come l'ippocampo, una sorta di 'centralina' della memoria e del senso dello spazio. Lo dimostra uno studio della Washington University, pubblicato online su Pnas,Proceedings of the National Academy of Sciences. Lo studio. Gli studiosi hanno seguito 127 bambini da quando erano in procinto di iniziare la scuola fino alla prima adolescenza, con scansioni cerebrali. L'accudimento delle mamme nei confronti dei bimbi e' stato misurato attraverso un'osservazione da vicino o videoregistrazioni. Esaminando le scansioni del cervello, i ricercatori hanno scoperto che i bambini...

L'amore materno fa sviluppare il cervello del doppio

PC-night

Stare davanti allo schermo altera i ritmi della melatonina e determina insonnia. Secondo uno studio condotto da alcuni scienziati dell'Università di Basilea e Stoccarda, la luce emessa dagli schermi di computer che funzionano a diodi, cioè a bassa lunghezza d'onda, provocherebbe uno stato di attivazione cerebrale che ritarda e ostacola l'addormentamento. Infatti, misurando i livelli di melatonina, l'ormone che regola i ritmi biologici di sono –veglia, le persone esposte a schermi funzionanti a diodi ne rivelano un quantitativo più elevato. Lo studio è stato condotto su 13 giovani volontari, che hanno trascorso parte della notte davanti al computer, dopo essere...

Computer fino a tardi è una sveglia per il cervello

s2Member®

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close